Corso approccio vibratorio sulla rete tissulare

È una tecnica manuale di riarmonizzazione riflessa delle articolazioni della schiena e delle membra che provoca un effetto diffuso a distanza sulla postura del corpo.
Questa tecnica è ispirata dal metodo Moneyron creato dal farmacista Moneyron negli anni sessanta.
L’approccio vibratorio riguarda il tessuto connettivo, chiamato anche aponeurosi che ha una funzione di protezione, di nutrizione, di collegamento, di riparazione dei tessuti, di movimento, di immunità, di crescita e di immagazzinamento.
Questo tessuto connettivo copre, dalla testa ai piedi, i muscoli, le ossa, gli organi, i nervi ed i vasi sanguigni.
La pratica del gesto terapeutico dell’approccio vibratorio si realizza in posizione verticale, in piedi, sul paziente.
Questo gesto è diverso dal gesto osteopatico tradizionale e il paziente rimane vestito.
Far vibrare i tendini permette d’attivare un riflesso che provoca una distensione dei muscoli, dei legamenti e della pelle. Le indicazioni terapeutiche sono i dolori acuti e cronici.
Il paziente migliora rapidamente in due o tre giorni. La riorganizzazione tessutale e posturale continua per le tre settimane successive e dopo, se necessario, si deve reiterare il gesto terapeutico.

DATA: 15-17 Maggio 2020

Tre stage

Sedi: Roma

INFORMAZIONI E COSTI DEL CORSO

Il corso ECM ‘Approccio vibratorio sulla rete tissulare’ si sviluppa su 3 stage di 3 giorni ciascunovenerdì e sabato dalle ore 09:00 alle 18:00 e domenica dalle 09:00 alle 13:00.

Il corso sarà tenuto dalla Dottoressa Bénédicte Balaguy De Chambure.

Il corso deve essere completato in tutto il suo percorso entro un anno (365gg) dal loro inizio.

Il corso si svolge su 3 stage il costo complessivo di Iva è di 1680 euro. La quota di iscrizione 330 euro, poi 450 euro da versare a ogni stage. ECM 50. Si informa che i corsi avranno luogo e si chiuderanno al raggiungimento del numero previsto di iscritti, e che per ragioni organizzative saranno considerate valide esclusivamente le iscrizioni confermate dall’invio della copia del pagamento della quota di iscrizione che dovrà avvenire quanto prima a mezzo bonifico bancario dopo l’invio on line della scheda di iscrizione, salvo accordi diversi con la segreteria organizzativa sig.ra Roxane.

Per effettuare i versamenti : IBAN IT50V0103003218000002021038intestato a ASM-FORMATIONS
ATTENZIONE: inserire il nominativo del partecipante e il codice di edizione nella causale

Successivamente si dovrà inviarne copia via mail a info@corsimetodomezieres.it. In caso di annullamento del corso le quote versate all’iscrizione saranno immediatamente riaccreditate.

LE SPECIFICHE

È una tecnica manuale di riarmonizzazione riflessa delle articolazioni della schiena e delle membra che provoca un effetto diffuso a distanza sulla postura del corpo.
Questa tecnica è ispirata dal metodo Moneyron creato dal farmacista Moneyron negli anni sessanta.
L’approccio vibratorio riguarda il tessuto connettivo, chiamato anche aponeurosi che ha una funzione di protezione, di nutrizione, di collegamento, di riparazione dei tessuti, di movimento, di immunità, di crescita e di immagazzinamento.
Questo tessuto connettivo copre, dalla testa ai piedi, i muscoli, le ossa, gli organi, i nervi ed i vasi sanguigni.
Far vibrare i tendini permette d’attivare un riflesso che provoca una distensione dei muscoli, dei legamenti e della pelle.
Punti forti dell’approccio vibratorio sulla rete tissutale :
1/ durata del trattamento : 10 minuti
2/ si pratica sul paziente vestito
3/ efficace per i casi più acuti
4/ meno stancante per la schiena del terapista
5/ si pratica in piedi perciò il terapista ha soltanto bisogno di due sedie nello studio
Indicazioni specifiche rispetto all’osteopatia classica:
– sportivi: postumi di slogature del ginocchio e della caviglia, pubalgia del calciatore, epicondilite del tennista.
– persone che lavorano sedute : capsulite retrattile e tendiniti del membro superiore a causa dei gesti ripetitivi nell’esercizio della professione.
– neonati e bambini: torcicollo e rigurgiti.
– donna incinta : pubalgia e dolore sacro-iliaco. La cura in piedi è ideale e più comoda per la paziente.
– post-operazione chirurgica della schiena (artrodesi o cambiamento di un disco intervertebrale) : il paziente è difficilmente manipolabile con il metodo strutturale. Soffre spesso del sacro-iliaco o della nevralgia d’Arnold.
– persona anziana: perturbazione dell’equilibrio. Dopo la seduta, la postura e la deambulazione sono migliori.
Le indicazioni terapeutiche sono i dolori acuti e cronici.
Il paziente migliora rapidamente in due o tre giorni. La riorganizzazione tessutale e posturale continua per le tre settimane successive e dopo, se necessario, si deve reiterare Il gesto terapeutico.

LE SPECIFICHE

È una tecnica manuale di riarmonizzazione riflessa delle articolazioni della schiena e delle membra che provoca un effetto diffuso a distanza sulla postura del corpo.
Questa tecnica è ispirata dal metodo Moneyron creato dal farmacista Moneyron negli anni sessanta.
L’approccio vibratorio riguarda il tessuto connettivo, chiamato anche aponeurosi che ha una funzione di protezione, di nutrizione, di collegamento, di riparazione dei tessuti, di movimento, di immunità, di crescita e di immagazzinamento.
Questo tessuto connettivo copre, dalla testa ai piedi, i muscoli, le ossa, gli organi, i nervi ed i vasi sanguigni.
Far vibrare i tendini permette d’attivare un riflesso che provoca una distensione dei muscoli, dei legamenti e della pelle.
Punti forti dell’approccio vibratorio sulla rete tissutale :
1/ durata del trattamento : 10 minuti
2/ si pratica sul paziente vestito
3/ efficace per i casi più acuti
4/ meno stancante per la schiena del terapista
5/ si pratica in piedi perciò il terapista ha soltanto bisogno di due sedie nello studio
Indicazioni specifiche rispetto all’osteopatia classica:
– sportivi: postumi di slogature del ginocchio e della caviglia, pubalgia del calciatore, epicondilite del tennista.
– persone che lavorano sedute : capsulite retrattile e tendiniti del membro superiore a causa dei gesti ripetitivi nell’esercizio della professione.
– neonati e bambini: torcicollo e rigurgiti.
– donna incinta : pubalgia e dolore sacro-iliaco. La cura in piedi è ideale e più comoda per la paziente.
– post-operazione chirurgica della schiena (artrodesi o cambiamento di un disco intervertebrale) : il paziente è difficilmente manipolabile con il metodo strutturale. Soffre spesso del sacro-iliaco o della nevralgia d’Arnold.
– persona anziana: perturbazione dell’equilibrio. Dopo la seduta, la postura e la deambulazione sono migliori.
Le indicazioni terapeutiche sono i dolori acuti e cronici.
Il paziente migliora rapidamente in due o tre giorni. La riorganizzazione tessutale e posturale continua per le tre settimane successive e dopo, se necessario, si deve reiterare Il gesto terapeutico.

MASSAGGIO CONNETTIVALE

DATE INIZIO PROSSIMI CORSI

ROMA

Primo Stage

15-17 maggio 2020

ROMA

Secondo Stage

20-21 giugno 2020

ROMA

Terzo Stage

9-11 ottobre 2020

MASSAGGIO CONNETTIVALE

PROGRAMMA DEL CORSO

PRIMA SESSIONE

PRIMO GIORNO:

-La storia del mio metodo ispirato dal metodo Moneyron.
-La biotensegrità : un concetto creato dall’architetta Buckminster-Füller nel 1955 che consiste per un sistema di essere equilibrato grazie alle sue forze di tensioni continue e di compressioni discontinue finché le forze si equilibrano.
Le strutture di tensegrità sono ripartite in due categorie : A/elementi rigidi che lavorano in compressione su un modo intermittente che non si toccano e che oscillano nella matrice elastica cioè le ossa. B/ elementi in tensione continua che formano una continuità di questa matrice
elastica.Danno la forma : i tessuti connettivi.
-il corpo, un modello di biotensegrità : un isocaedro ( dodici triangoli )

PAUSA PRANZO

Pratica :
-applicazione del gesto sui muscoli scaleni.
Anatomia
-il tessuto connettivo : definizione e descrizione
Pratica:
-applicazione sul membro soperiore:
Spalla / gomito / polso / mano / dita
Anatomia.

SECONDO GIORNO:
-effetti della sollecitazione d’una lesione osteopatica.
-le catene lesionali
-l’uso della via riflessa a livello vertebrale.
Pratica:
Applicazione del gesto terapeutico sugli adduttori, sul bacino e le vertebre lombari.
Anatomia.

PAUSA PRANZO

-parametri soggettivi :
nozione della presenza , dell’attenzione e dell’intenzione del therapista

Pratica:
-sugli scaleni
-sul membro soperiore
-sul bacino e le vertebre lombari
Le indicazioni generali della gestualità vibratoria.

SECONDA SESSIONE

PRIMO GIORNO

Pratica :

Applicazione del gesto terapeutico su un caso clinico integrando i parametri soggettivi

Ripasso della gestualità sul membro soperiore e sugli adduttori, sul bacino e lombari

PAUSA PRANZO

-film sulla tensegrità di Guimberteau

Pratica :

Applicazione del gesto terapeutico sul membro inferiore: piede e dita / ginocchio

Anatomia

SECONDO GIORNO

Pratica:

-Applicazione del gesto terapeutico su un caso clinico con parametri soggettivi

-Applicazione del gesto terapeutico sulla spina cervicale

Anatomia

PAUSA PRANZO

-i principi di reequilibrio del corpo ed i principi d’auto guarigione del corpo

Pratica:

Applicazione del gesto terapeutico sulla spina dorsale e le costole

TERZA SESSIONE

PRIMO GIORNO

Pratica:

-applicazione del gesto terapeutico su un caso clinico con i parametri soggettivi

-applicazione del gesto terapeutico sulla parte viscerale

PAUSA PRANZO

-presentazione del tessuto connettivo addominale.

Pratica:

-sperimentazione tattile tra vertebre e addome

SECONDO GIORNO

Pratica:

-casi clinici

-punti accessori:

ATM / Arnold

Anatomia

Bibliografia:

-médecines énergétiques: les bases scientifiques de James Oschman

-biotensegrity : the Structurel Basis of Life de Graham Melvin Scarr

-la méthode Jean Moneyron: une gestuelle thérapeutique de la forme de Anne Moneyron

-Approche tissulaire livre 1 et livre 2 de Pierre Tricot

-concept de tenségrité en ostéopathie d’Alain Géhin

Prenota uno dei nostri corsi

Vedi tutti i corsiPrenota questo corso

ASM JMC Formations S.r.l.
Via Edoardo Garbin 23
00139 ROMA
C.F.-.P.I. 13995061002

Privacy Policy

Cookie Policy

ATTENZIONE

La ASM-JMC-Formations, non sponsorizza corsi di altre scuole di formazione ne vi prende parte.
L’eventuale uso del nome o del logo ASM-JMC Formations è illegale.
L’unico modo per accedere ai nostri corsi è attraverso la compilazione,nell'apposito modulo, della scheda di iscrizione.
Dopo aver inviato la scheda verrete contatti dalla segreteria.